Accanimento e futilità in medicina (4/5). Due facce della stessa medaglia?

- di Massimo Sartori - Il caso del piccolo Davide Marasco ci ha mostrato come un trattamento terapeutico futile sia stato percepito dai genitori (e sanzionato dai giudici) come accanimento. La vicenda della bimba Abigail Herrera ha invece illustrato come un trattamento innovativo e sperimentale non si sia dimostrato futile né sia stato vissuto dalla … Continua a leggere Accanimento e futilità in medicina (4/5). Due facce della stessa medaglia?

Accanimento e futilità in medicina (3/5). La futilità medica

- di Massimo Sartori - Il termine futile deriva dal latino futtilis, che significa “chi o che cosa non riesce a contenere e facilmente emette, versa”. In senso proprio, futtilis è il cane che continuamente evacua, oppure il ghiaccio, che è fragile e si scioglie. Per traslato, futtilis diviene ciò che è vano e leggero.[1] … Continua a leggere Accanimento e futilità in medicina (3/5). La futilità medica

Accanimento e futilità in medicina (2/5). L’accanimento terapeutico

- di Massimo Sartori - E' solo dalla metà del secolo scorso che i medici riescono a prolungare in modo significativo la durata della vita delle persone che hanno malattie inguaribili e terminali. Talvolta, ciò avviene a scapito della qualità della vita residua. Accanimento terapeutico è quindi un’espressione coniata in tempi relativamente recenti. Essa traduce … Continua a leggere Accanimento e futilità in medicina (2/5). L’accanimento terapeutico

Accanimento e futilità in medicina (1/5). Introduzione

- di Massimo Sartori - L’esecuzione di accertamenti o di terapie mediche che non possono dare beneficio al malato è di solito causa di rischi e di sofferenze inutili. Inoltre, essa provoca uno spreco di risorse sanitarie. Nell’insieme, queste condizioni vengono riferite, specie in Italia, al cosiddetto accanimento (diagnostico o terapeutico). Invece, nei Paesi anglosassoni … Continua a leggere Accanimento e futilità in medicina (1/5). Introduzione